Paola Viviani

/Paola Viviani

Paola Viviani

Articoli e Recensioni pubblicati per La rivista di Arablit

Niqūlā al-Ḥaddād’s Contribution to “al-Hilāl” during World War I and its Aftermath

2020-09-09T16:18:10+00:00

Articolo della Rivista, Anno IX, numeri 17-18, dicembre 2019

in La rivista di Arablit, a. IX, n. 17-18, dicembre 2019, pp. 51-68. In this paper I will be analysing a number of articles by the Syro-Lebanese thinker and man of letters Niqūlā al-Ḥaddād (1872-1954) for the magazine “al-Hilāl”. He published articles in which he managed to discuss a good number of his favourite topics against the background of the ongoing First World War. He did not always deal directly with the conflict and its events, but rather preferred to reflect on “war” as an historical and sociological phenomenon or on the development of Nations from a [...]

Niqūlā al-Ḥaddād’s Contribution to “al-Hilāl” during World War I and its Aftermath2020-09-09T16:18:10+00:00

Samuel Shimon, An Iraqi in Paris. An Autobiographical Novel, translated from Arabic by Samira Kawar, Paul Starkey, Issa J Boullata, Christina Phillips, Shaker Mustafa, Fiona Collins, Banipal Books, London 2005, pp. 252

2020-03-28T18:21:17+00:00

Recensione, Samuel Shimon, An Iraqi in Paris. An Autobiographical Novel, translated from Arabic by Samira Kawar, Paul Starkey, Issa J Boullata, Christina Phillips, Shaker Mustafa, Fiona Collins, Banipal Books, London 2005, pp. 252

Parigi è una città con una folta comunità araba – o sarebbe meglio dire con tante e diverse folte comunità arabe. Sì, perché, nonostante la lingua e alcune tradizioni che li uniscono tra loro, esistono differenze, a volte marcate, tanto che può dirsi che i maghrebini non saranno mai levantini, gli egiziani saranno sempre diversi da un tunisino o da un saudita, così come i libanesi non sono siriani, i palestinesi sono ancora altro e… gli iracheni? A chi assomigliano gli iracheni? Chi sono? “Io sono iracheno, non arabo.” “Che cosa significa – io sono iracheno, [...]

Samuel Shimon, An Iraqi in Paris. An Autobiographical Novel, translated from Arabic by Samira Kawar, Paul Starkey, Issa J Boullata, Christina Phillips, Shaker Mustafa, Fiona Collins, Banipal Books, London 2005, pp. 2522020-03-28T18:21:17+00:00

Ai confini dell’amore e della bellezza in una tormentata storia del Marocco di oggi: al-Qaws wa ’l farāšah (L’arco e la farfalla) di Muḥammad al-Aš‘arī [al-Achaari], al-Markaz al-Ṯaqāfī al-‘Arabī, al-Dār al-Bayḍā’/Bayrūt 2010, pp. 336

2020-06-25T09:03:01+00:00

Recensione, Ai confini dell’amore e della bellezza in una tormentata storia del Marocco di oggi: al-Qaws wa ’l farāšah (L’arco e la farfalla) di Muḥammad al-Aš‘arī [al-Achaari], al-Markaz al-Ṯaqāfī al-‘Arabī, al-Dār al-Bayḍā’/Bayrūt 2010, pp. 336

Muḥammad al-Aš‘arī (1951) è un importante uomo politico marocchino (è stato, tra l’altro, Ministro della Cultura tra il 2002 e il 2007), redattore e direttore di giornali, narratore e poeta. Finora sono apparse alcune raccolte di racconti e due romanzi, il secondo dei quali, al-Qaws wa’l-farāšah (L’arco e la farfalla) ha vinto, ex-aequo con Ṭawq al-ḥamāmah dell’autrice saudita Rağā’ ‘Ālim,  l’edizione dell’Arab Booker Prize 2011, uno dei più recenti ma prestigiosi riconoscimenti nell’intero mondo arabo. La vicenda narrata da al-Aš‘arī nella sua opera, che si caratterizza per l’evidente liricità, oltre che per la bellezza della lingua [...]

Ai confini dell’amore e della bellezza in una tormentata storia del Marocco di oggi: al-Qaws wa ’l farāšah (L’arco e la farfalla) di Muḥammad al-Aš‘arī [al-Achaari], al-Markaz al-Ṯaqāfī al-‘Arabī, al-Dār al-Bayḍā’/Bayrūt 2010, pp. 3362020-06-25T09:03:01+00:00

Intrighi alla Mecca nel recente romanzo di Rağā’ ‘Ālim [Raja Alem], Ṭawq al- ḥamāmah (Il collare della colomba), al-Markaz al-ṯaqāfī al-‘arabī, Dār al-Bayḍā’ 2010, pp. 566.

2020-06-20T10:24:23+00:00

Recensione, Intrighi alla Mecca nel recente romanzo di Rağā’ ‘Ālim [Raja Alem], Ṭawq al- ḥamāmah (Il collare della colomba), al-Markaz al-ṯaqāfī al-‘arabī, Dār al-Bayḍā’ 2010, pp. 566.

Rispetto alle altre letterature del mondo arabo, spesso quella saudita è guarda- ta, perfino da un pubblico esperto, con una sorta di perplessità, in quanto si è soliti associare la società e la cultura che essa esprime e da cui essa stessa scaturisce a un mondo molto particolare, ultratradizionalista e, nel contempo, ultramoderno, che, anche a causa di tale dicotomia, può creare appunto sconcerto. In verità, di questa civiltà, che effettivamente presenta elementi di profonda contraddittorietà, il lettore occidentale non specialista non conosce tanti aspetti. Nonostante il gran dibattere nei nostri media sulla condizione femminile in [...]

Intrighi alla Mecca nel recente romanzo di Rağā’ ‘Ālim [Raja Alem], Ṭawq al- ḥamāmah (Il collare della colomba), al-Markaz al-ṯaqāfī al-‘arabī, Dār al-Bayḍā’ 2010, pp. 566.2020-06-20T10:24:23+00:00

Lupo Buonazia a proposito del teatro di Mārūn al-Naqqāš

2020-03-08T19:14:37+00:00

Articolo della Rivista, Anno I, numero 2, dicembre 2011

(Lupo Buonazia on the theatre of Mārūn al-Naqqāš) in La rivista di Arablit, a. I, n. 2, dicembre 2011, pp. 75-87. Lupo Buonazia taught Arabic in Naples from 1878 until 1914, the year of his death. His main concerns were linguistics, metrics and dialect.  The “Maurizio Taddei Library” at the University of Naples “L’Orientale” preserves some of his handwritten notes on the Lebanese playwright Mārūn al-Naqqāš.  Buonazia offers interesting considerations about this Arab dramatist's work; and he is most likely the first Arabic scholar to have written about him in Italy and perhaps even in the West [...]

Lupo Buonazia a proposito del teatro di Mārūn al-Naqqāš2020-03-08T19:14:37+00:00

Desolazione e speranza di un giovane prigioniero arabo alla mercé del boia. Mu‘aḏḏibatī (La mia aguzzina) di Binsālim Ḥimmīš, Dār al-šurūq, al-Qāhirah 2010, pp. 295.

2020-06-17T19:29:25+00:00

Recensione, Desolazione e speranza di un giovane prigioniero arabo alla mercé del boia. Mu‘aḏḏibatī (La mia aguzzina) di Binsālim Ḥimmīš, Dār al-šurūq, al-Qāhirah 2010, pp. 295.

Mu‘aḏḏibatī, dello scrittore marocchino Binsālim Ḥimmīš (1949), è stato candidato al premio IPAF (Booker Prize) per il romanzo arabo 2011, risultando nella rosa dei cinque finalisti, e ha ricevuto entusiastici consensi da parte della critica. Si tratta di un testo profondo che rivela ancora una volta la cultura e la sensibilità dell’autore. La storia è raccontata in prima persona dal protagonista, Ḥammūdah al-Wağdī, un giovane della regione del Rif che ritorna al villaggio natale dopo una lontananza di circa sei anni. Benché gli sia stato imposto di non rivelare a nessuno le esperienze vissute in quel [...]

Desolazione e speranza di un giovane prigioniero arabo alla mercé del boia. Mu‘aḏḏibatī (La mia aguzzina) di Binsālim Ḥimmīš, Dār al-šurūq, al-Qāhirah 2010, pp. 295.2020-06-17T19:29:25+00:00

La storia recente della Siria raccontata da una giovane attivista nel romanzo Elogio dell’odio (Madīḥ al-karāhiyah) di Ḫālid Ḫalīfah (Khaled Khalifa), nella traduzione di F. Prevedello, Bompiani, Milano 2011, pp. 529 (ed. araba: Dār al-Ādāb, Bayrūt 2008 ).

2020-06-17T19:36:48+00:00

Recensione, La storia recente della Siria raccontata da una giovane attivista nel romanzo Elogio dell’odio (Madīḥ al-karāhiyah) di Ḫālid Ḫalīfah (Khaled Khalifa), nella traduzione di F. Prevedello, Bompiani, Milano 2011, pp. 529 (ed. araba: Dār al-Ādāb, Bayrūt 2008 ).

Aleppo, la “capitale” della Siria settentrionale, è un agglomerato urbano con il suo centro focale nell’antica cittadella fortificata ben conservata e dal fascino ancora intatto. A pochi metri di distanza, si può visitare il famoso mercato coperto dalle volte in pietra che, come ogni altro sūq, risuona di mille voci, risplende di colori sgargianti, si arricchisce di oggetti preziosi. Tra le tante delizie che vi si possono trovare, i tappeti provenienti da regioni anche remote che, tuttavia, per secoli e secoli sono state raggiunte dai più audaci mercanti, pronti a rivaleggiare tra di loro pur di [...]

La storia recente della Siria raccontata da una giovane attivista nel romanzo Elogio dell’odio (Madīḥ al-karāhiyah) di Ḫālid Ḫalīfah (Khaled Khalifa), nella traduzione di F. Prevedello, Bompiani, Milano 2011, pp. 529 (ed. araba: Dār al-Ādāb, Bayrūt 2008 ).2020-06-17T19:36:48+00:00

The Book in Fact and Fiction in Pre-Modern Arabic Literature, Antonella Ghersetti and Alex Metcalfe (Edited by), in “Journal of Arabic and Islamic Studies”, Volume 12 (2012), pp. 265.

2020-06-17T19:19:39+00:00

Recensione, The Book in Fact and Fiction in Pre-Modern Arabic Literature, Antonella Ghersetti and Alex Metcalfe (Edited by), in “Journal of Arabic and Islamic Studies”, Volume 12 (2012), pp. 265.

Nella recente narrativa araba, sempre più spesso uno dei perni intorno a cui ruota l’intera vicenda è un tesoro nascosto o andato perduto e ricercato dal protagonista (o dai protagonisti) della storia. Sovente, questo tesoro è rappresentato da un testo, di solito manoscritto, sia esso formato da un foglio o da pochi fogli o da un taccuino o da un quadernetto. In altri casi, invece, gli eroi si imbattono per caso in qualche scritto della cui esistenza magari non erano a conoscenza o, semplicemente, immaginano di rinvenirne uno. Spesso, inoltre, l’oggetto tanto bramato o sognato o [...]

The Book in Fact and Fiction in Pre-Modern Arabic Literature, Antonella Ghersetti and Alex Metcalfe (Edited by), in “Journal of Arabic and Islamic Studies”, Volume 12 (2012), pp. 265.2020-06-17T19:19:39+00:00

Jurji Zaidan. The Battle of Poitiers. Charles Martel and ‘Abd al-Rahman. Translated from the Arabic with a Study Guide by William Granara, The Zaidan Foundation, Inc., Bethesda 2011 (2012), pp. 239 (ed. or.: Šarl wa ‘Abd al-Raḥmān, Dār al-hilāl, al-Qāhirah 1904).

2020-06-17T19:11:06+00:00

Recensione, Jurji Zaidan. The Battle of Poitiers. Charles Martel and ‘Abd al-Rahman. Translated from the Arabic with a Study Guide by William Granara, The Zaidan Foundation, Inc., Bethesda 2011 (2012), pp. 239 (ed. or.: Šarl wa ‘Abd al-Raḥmān, Dār al-hilāl, al-Qāhirah 1904).

«Historia vero testis temporum, lux veritatis, vita memoriae, magistra vitae, nuntia vetustatis»: questa celeberrima frase di Cicerone dovrebbe sempre essere presente alla nostra mente, perché non dimentichiamo l’importanza che gli insegnamenti della Storia possono rivestire nella vita di noi tutti in quanto semplici individui e in quanto membri di una comunità sociale. Anche se si tratta di ammaestramenti non decisivi e inderogabili, o imprescindibili, per le scelte di ciascuno, il loro ruolo è potenzialmente fondamentale, visto che sono in grado di aiutare chi li vorrà ascoltare e seguire a non incorrere negli stessi errori, allorché ci [...]

Jurji Zaidan. The Battle of Poitiers. Charles Martel and ‘Abd al-Rahman. Translated from the Arabic with a Study Guide by William Granara, The Zaidan Foundation, Inc., Bethesda 2011 (2012), pp. 239 (ed. or.: Šarl wa ‘Abd al-Raḥmān, Dār al-hilāl, al-Qāhirah 1904).2020-06-17T19:11:06+00:00

Immagini del XIX secolo nel romanzo storico saudita: Gedda e il massacro del 1858

2020-09-09T16:32:32+00:00

Articolo della Rivista, Anno VIII, numero 16, dicembre 2018

(Images of the 19th century in the Saudi historical novel: Jeddah and the 1858 massacre) in La rivista di Arablit, a. VIII, n. 16, dicembre 2018, pp. 45-59. This paper focuses on two novels, Fitnat Ǧuddah (2010) by Maqbūl al-‘Alawī, and Maqām Ḥiǧāz (2011) by Muḥammad Ṣādiq Diyāb, which deal with Jeddah’s history and, in particular, with the episode known as the “Massacre of Jeddah” (1858). Each writer has his own special way of narrating this tragic event; however, they both offer a captivating image of Eighteenth-century Jeddah and the Hijaz region’s mood. Moreover, not only [...]

Immagini del XIX secolo nel romanzo storico saudita: Gedda e il massacro del 18582020-09-09T16:32:32+00:00