La narrazione trasparente: una lettura delle opere di Muntaṣir al-Qaffāš

(The transparent narrative:a reading of Muntaṣir al-Qaffāš’s works)

in La rivista di Arablit, a. XI, n. 21-22, giugno-dicembre 2021, pp. 7-30.

The Egyptian writer Muntaṣir al-Qaffāš is considered by Arab literary criticism as one of the most important representatives of the so-called Generation of the 1990s. The aesthetic consciousness of this generation took shape at the time of the fall of the great narratives and the break with the modern, so that it found full resonance with the lack of certainties and the doubting of what was defined as postmodernism. Muntaṣir al-Qaffāš’s work, on the other hand, appears to be a unique and original experience, not easily interpretable through the parameters and the features generally attributed to postmodern literature, even if the ambiguity of the term “postmodernism” is taken into account. After a brief discussion of what is commonly understood as postmodernism, the peculiarities of al-Qaffāš’s work will be examined through the analysis of his two best-known novels, An tarà al-ān and Mas’alat waqt.

La generazione degli anni ’90, fra l’inquietudine dello stare ai margini e il dubitare del postmodernismo

All’inizio degli anni ’90 del secolo scorso, il mondo arabo ha assistito a profonde trasformazioni che hanno lasciato un segno indelebile nella coscienza di scrittori e intellettuali di quella generazione. La loro coscienza ha dovuto elaborare la caduta del muro di Berlino, con lo svelamento dei crimini perpetrati in nome dei poveri nel paradiso terrestre del comunismo; l’invasione irachena del Kuwait e l’operazione militare Desert Storm che ha messo fine per sempre ai sogni nazionalisti arabi; i fiumi di sangue versati in nome dell’Islam, in ondate terroristiche consecutive che hanno preso di mira molti artisti, scrittori e intellettuali; l’alleanza delle superpotenze liberali con quelle più reazionarie in nome del petrolio. Ha dovuto elaborare, insomma, il crollo di un mondo, la caduta fragorosa delle grandi narrazioni.

[…]

This is an Article from La Rivista di Arablit - Anno XI, numeri 21-22, giugno-dicembre 2021

Acquista Back to Anno XI, numeri 21-22, giugno-dicembre 2021

L’Autore

Wael Farouq |